Ti trovi nella pagina: Home » Lexicrea » I comunicati stampa

I comunicati stampa

I comunicati stampa: necessità e opportunità di comunicazione istituzionale

La necessità di fornire un testo con un più alto contenuto informativo rispetto ai testi promozionali “puri” non significa poter tralasciare l’aspetto “pubblicitario” del materiale di comunicazione istituzionale: anche nei comunicati stampa, infatti, c’è una componente “di vendita” che non deve essere trascurata.

Il comunicato stampa è si, informativo, ma al tempo stesso proattivo alla vendita. Un buon comunicato stampa, infatti, è costruito a moduli, almeno uno dei quali deve poter contenere l’equivalente della “call to action”dei testi promozionali, anche se in maniera più dissimulata e sottotono: invece di convincere l’interlocutore a comprare subito quel servizio/prodotto, lo convince a credere nell’azienda, a interessarsi, ad approfondire la conoscenza.

Il meccanismo è più sottile e non fa così “pushing” come nei testi pubblicitari più canonici, e per questo è molto più difficile da innescare, se non si conoscono bene sia il prodotto e l’azienda che si stanno promuovendo, sia le peculiarità del mercato e del pubblico a cui ci si sta indirizzando. Il rischio è quello di “mancare” uno o più obiettivi di comunicazione del materiale istituzionale.

Come si realizza un buon comunicato stampa

  1. Racconta chi è l’azienda, chi sono i suoi componenti , quale è la mission e quali sono gli obiettivi, sia raggiunti che prefissati
  2. Dà dei brevi highlight informativi sulla storia dell’azienda e del prodotto che va a presentare
  3. Presenta un prodotto, una novità, un servizio

Per raggiungere ciascuno di questi 3 obiettivi (presentare, informare, raccontare), il testo ha bisogno di essere tradotto in lingua in modo da avere un grip, una presa specifica su ciascun pubblico, ciascuna sfera linguistica e ciascun immaginario verso cui sta comunicando.

Già il contenuto informativo dovrà essere adattato ai punti focali di interesse che sono caratteristici e peculiari in ogni mercato di destinazione: un esempio? Presentando un prodotto sul mercato tedesco se ne esalteranno le componenti funzionali e la tecnologia/tecnicità, ancora di più si spingerà l’acceleratore sul fronte tecnologico presentandosi al mercato giapponese, mentre si metterà un accento particolare al design e all’usabilità se si parte alla conquista dei paesi scandinavi, e così via. Anche il profilo dell’azienda, la mission statement (inserire link alla pagina MS), e quindi i premi e riconoscimenti ottenuti dalla stessa e dal suo staff verranno valorizzati sotto questo punto di vista, poiché chi si occupa di consulenze linguistiche specializzate in traduzioni di materiale promozionale conosce bene le leve di comunicazione su cui agire per catturare l’attenzione e l’interesse di ciascun interlocutore potenziale estero.

E conosce soprattutto peculiarità e componenti fondamentali di un comunicato stampa efficace e le criticità che si incontrano al momento di redigerne uno:

  • Un titolo chiaro e accattivante, che riassuma la “notizia” in meno di 10 parole, meglio ancora se in modo da incuriosire il lettore (chi vuole leggere comunicati stampa “barbosi”? Nessuno, ne siamo certi…)
  • Frase introduttiva che contenga un riassunto il più possibile completo della notizia (per i lettori “pigri”)
  • Paragrafi integrativi della notizia principale, che aiutino ad approfondire informazioni, punti di vista, sviluppi
  • La notizia vera e propria: deve essere una novità (una che valga la pena presentare, e quindi leggere)
  • Il linguaggio e il tono: devono essere il più possibile giornalistico/informativi, ma di facile comprensione anche nei passaggi tecnici o specialistici (in modo da agevolare il lavoro di giornalisti e capo redattori laddove decidano di riutilizzare il comunicato stampa per i propri articoli)
  • Lo stile di scrittura, deve essere vivace e accattivante (deve convincere a leggere e in un secondo momento a condividere la notizia)
  • Lunghezza e efficacia: il comunicato deve essere esauriente ma non eccessivamente lungo (i lettori sono pigri)
  • Una citazione: un buon comunicato riporta sempre le parole di un dirigente dell’azienda, di uno speaker o di un testimonial di riferimento
  • Parole chiave: deve contenere parole chiave strutturate e in grado di catturare l’attenzione e mantenere vivo l’interesse nell’interlocutore (nota bene: è a questo livello che si innesta, forte, la necessità di affidare il comunicato stampa in lingua ad una traduzione specialistica mirata, capace di individuare le giuste keyword per ciascun mercato e ambiente linguistico di riferimento)
  • Se possibile, devono evitare gergo tecnico, parole straniere, e parole “altisonanti”.
  • Deve rispettare canoni di impaginazione e convenzioni linguistiche di ciascun Paese di riferimento (ad esempio, le versioni in lingua inglese dei comunicati stampa devono terminare con la parola “Ends”)
  • Contatti e informazioni minime sull’azienda: devono essere chiari e ben visibili, in modo che l’interlocutore sappia come fare per contattare l’azienda per un approfondimento.

Anche nel caso di comunicati stampa e testi istituzionali, dunque, non ci si può limitare a tradurre, per quanto fedelmente, il testo di partenza in lingua originale, ma i contenuti e i risvolti di quello stesso testo vanno analizzati, approfonditi, dispiegati, e rigenerati nell’ottica del nuovo ambiente linguistico in cui andranno ad inserirsi.

Perché affidarsi a un team di esperti consulenti linguistici per le traduzioni dei testi istituzionali della vostra azienda

Considerato dunque il target di riferimento (specialisti del settore di riferimento, media, operatori del mondo dell’informazione) e la delicatezza della materia trattata (il primo materiali informativo “ufficiale” che parla dell’azienda al grande pubblico, attraverso i media e prima ancora che il pubblico venga a contatto diretto con l’azienda e i suoi prodotti o servizi) è importante assicurarsi una traduzione di comunicati stampa competente e professionale, dove la scelta delle parole sia soppesata con cautela e la prosa sia limata con efficienza chirurgica.

Rigenerare un comunicato stampa già esistente o redigerne uno partendo da zero, in varie lingue: questo è ciò che può fare per te il team di specialisti Lexi Crea: contattateci subito per una consulenza o richiedete un preventivo gratuito per la traduzione in lingua dei comunicati stampa per la vostra azienda!

Per scoprire tutti i partner che si sono affidati ai nostri servizi di traduzione e consulenza linguistica per i propri testi promozionali aziendali (ma non solo), consultate la sezione Portfolio.

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Istruzioni

Contattaci subito!

Telefona al numero 0422-824546, o scrivi all’indirizzo info@lexitrad.it

Orari

Ci trovi in ufficio dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17.